mercoledì 19 novembre 2014

Tempo


Ennesima scarpa slegata...
"Maestra,avrei già imparato,
ma non abbiamo tempo..."


Non abbiamo tempo...

Molto giovane...
Per stare con loro,
guardarli negli occhi quando parlano,
fare un fiocco alle scarpe
o magari 
dopo anni,
anche operazioni algebriche
dimenticate negli zaini
della giovinezza.

Non abbiamo tempo...


Per andare nel bosco
a cogliere gli ultimi colori,
a fare bottino
di bacche e pigne,
a scoprire tra le foglie cadute
 ed i tralci spogli,
la magia di una festa
che arriva.


Non abbiamo tempo...


Di accendere il forno
ed impastare ,
nel calore della cucina,
il ciambellone di Pat (qui),
di riempire l'aria 
con dolce fragranze,
nonché la bolla rosa 
che è sul tavolo.

Non abbiamo tempo...


Di accendere le candele
in una sera fredda,
solo per se stessi,
per dare luce
ad un filo di lana
che diventa altro 
attraverso le mani.


Non abbiamo tempo...


Di un pomeriggio lungo,
una storia raccontata con calma ai bambini,
una meraviglia di coccole
distribuite senza fine al piccolo di casa
od al peloso ronfante
che ti segue tra l'erba.

Eppure,
possiamo decidere
di trovarlo.

Il tempo.


"Non stiamo più sdraiati sotto un albero
a contemplare il cielo attraverso le dita dei piedi..."

In quel attimo di lentezza
tante e quali gioie ci attendono.

La migliore.

Arrivare alla soluzione
dell'espressione algebrica:
aver aperto lo zaino col figlio.
Wow!
Mi ricordo.

In attesa di Maria Sole


2 commenti:

  1. prendersi il tempo. Smetterla di correre , senza riflettere sul fatto che, il più delle volte, corriamo senza motivo e " ci facciamo fretta da sole". Oggi sono tornata dal lavoro a piedi, con la mia nipotina pelosa che mia figlia mi ha " consegnato" all'uscita dall'ufficio. Giornata meravigliosa, finalmente, Genova ne ha bisogno. Ho la fortuna di lavorare in una zona molto bella e di percorrere una stra altrettanto bella, per tornare a casa.
    Ho zittito la vocina che mi diceva ciò che avrei dovuto fare a casa. I vetri si possono pulire in un qualsiasi altro momento, ma l'aria luminosa, il cielo azzurro, il sole, i colori così nitidi e netti c'erano oggi ed era da godere oggi. Ho raccolto un sacco di foglie rosse, da far seccare.E ora sono qua e mi sento in pace, con il profumo della zuppa di legumi che cuoce, i miei ragazzi arriveranno molto tardi e so che farà loro piacere.
    Un abbraccio Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello! Mi pare di essere lì con te!
      Grazie

      Elimina