giovedì 23 ottobre 2014

Sogni


Ho iniziato a cinque anni:
i piedi a penzoloni
da un ramo
di un melo.
Non ho più smesso.


Ho sognato di vivere tra gli alberi
nella vigna del nonno:
una casa nascosta tra le fronde 


con ampie finestre 
e tende a piccoli quadri.


Per un'intera estate
ho girovagato,
sola,
tra le piante,
immaginando i dettagli del mio sogno...
Felice come un grillo.


Il tempo,i fatti,gli incontri
hanno mescolato, 
arricchito,
fatto dimenticare,
creato
 nuovi sogni.


Grandi,
piccoli,
possibili,
improbabili,
ma a quindici anni
si può credere quasi a tutto.


Su questi progetti,
alcuni avviati,
altri solo pensati nel silenzio di se stessi,
si è innestato il sogno della vita:
l'amore per un uomo
e la vita con lui.
Una grande famiglia,
una grande casa,
le tende a quadretti,
la finestra sul terrazzo.


Poco,
pochissimo tempo per altro.
Tutto rubato a pappe,biberon,
ore pomeridiane a scuola
serate a preparare le lezioni,
notti a curare febbri ostinate.


E sono arrivati
 i giorni del troppo e del niente,
come un gomitolo srotolato, 
 senza aria per i pensieri.
Ciò che era sogno,
è divenuto prigione.


Quei piedi volanti sul ramo
sono stati il mio punto d'appoggio,
il mio sollievo.
Così ho afferrato le giornate,
trovato nuovamente il filo.


 Ad uno, ad uno
ho annodato quello che credevo perso:
i figli che crescono,
le ghirlande in casa,
il pianoforte,
il canto,
Lollo che se ne va in America,
le coccole al nipote,
i pranzetti cucinati per la gioia altrui,
il regalo preparato ad un 'amica...


Che sia tornata felice come un grillo?


Se guardo lui,
piccolo Noah,
credo di sì.



8 commenti:

  1. Bellissime le tue parole arrivano diritte al cuore!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie,sei proprio una donna piena di risorse!
      Un bacio
      Lorenza

      Elimina
  2. Ha ragione Antonella e il vostro entusiasmo vi rende speciali!

    RispondiElimina
  3. Gtazie,le tue parole ni aiutano sempre!
    Un bacio
    Lorenza

    RispondiElimina
  4. si si! Ti ho vista felice come un grillo ultimamente.... il troppo ed il niente si sono equilibrati e.... l'armonia si respira a pieni polmoni intorno a te!
    cristina

    RispondiElimina
  5. ti h scoperto tramite Pat....un miracolo, non credi? Ho letto, in due giorni, quasi tutto quello che hai scritto e che è meraviglioso..
    Quanto mi sono rivista in te, quanto ti rivedo in me!
    Giulia è andata via , per fare l'università fuori , 12 anni fa....Silvia 9 anni fa...qua è rimasto Tommaso, che però lavora fuori......
    Da tre figli a .......all'attesa del loro passaggio, anche solo per due giorni.
    Due anni fa il miracolo. Il 6 novembre nasce il mio primo nipotino. L'amore della mia vita. il mio Unài. Nasce là, ad Ibiza.Da un anno sono in Italia, ma in Friuli ( io e Genova).
    Leggere di Noah ( che era uno dei nomi scelti tra quelli preferiti per il mio topetto biondo...) mi riempie di gioia.
    E' un traghetto verso il futuro.
    E' energia.
    E' un'iniezione di coraggio e di ottimismo.
    E' sentirsi felici.Come un grillo, come dici tu........
    Emanuela
    PS. quando, al telefono, mi dice " nonna, veni...."sento davvero la felicità che scorre assieme al sangue e lo riempie di ossigeno nuovo. Ed ho voglia, nuovamente, di fare mille cose e di nuovo mi sento piena di energie e di entusiasmo. Dai un bacio al piccolino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono senza parole,sei veramente una ventata di ossigeno!Fortunati i tuoi figli e tuo nipote!!
      Un abbraccio grande grande

      Elimina