domenica 17 gennaio 2016

Ghirlanda al crochet:inverno

I giorni senza fretta
sono un ricordo.


Il 2016 è partito
subito
riempiendo pagine
di lavori per la scuola,
per la famiglia,
per il nuovo che mi frulla in testa
e per quello che mi raggiunge
senza neanche averlo pensato.


Devo mettere un po' di ordine.


Non facile per una come me.


Poi vedo la sua ghirlanda,
difficile ,impegnativa e bellissima,
e penso che posso  posare
un po' di bellezza alla porta.


Trovo la base,
pronta per essere ritirata
dopo le feste,
adatta,
"polverosa e fredda"
 quanto basta.


Ricordo di essere in inverno.



Via via si sistemano
tra i rami intrecciati e le stelline,
i fiocchi di neve,
gli ellebori,
le foglie,


le pigne arrotolate,
i tralci di pino,
i ghiaccioli pendenti
a gelare l'insieme.


Naturalmente
deve esserci anche un uccellino,


di quelli che vagano
sugli alberi spogli,
pronto ad affrontare il difficile,
magari appoggiandosi
ad un quarzo d'America.


Il tutto appeso
ad un nastro di pizzo
e cosparso di bottoni
azzurri e verdi
come si conviene ai giorni freddi.


La ghirlanda rende l'idea 
di che cosa penso dell'inverno
e comincio a dare
un po'd'ordine.


Passiamo ad altro.



I enjoyed making this wreath
and 
I love hanging
the beauty
aut the door.
The evening it is
even more blue.


10 commenti:

  1. Ecco cosa mi delizia: la poesia nella costruzione di una ghirlanda. Come facevo prima di leggerti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo speciale commento mi ha accompagnata per giorni!
      Grazie!

      Elimina
  2. l'anno è iniziato senza un attimo di respiro e senza il PC a disposizione....MAI!
    è iniziato con mamma, tre figli, tutti a casa, due nipotini ed una cagnolina (...gelosa dei bimbi....)! meraviglioso, stancante! ma quella stanchezza bella, fatta di mille cose...
    ed ora che sono tutti fuori e sono immersa nel silenzio di casa....sono riuscita a passare la scopa elettrica, dare una pulita al bagno, riordinare giocattoli, preparare la minestra di fagioli, che Unai adora (....mi dice " nonna, le tue minestre sono troppo buonissime", ed io mi sciolgo....), stendere l'ennesima lavatrice, piegare body, bavaglini, magliettine larghe una spanna......
    ...però ho il mio angolino di relax...il mio corso di maglia ed il mio lavoro sui ferri....
    un abbraccio da questa specie di caos che è la mia casa!
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco tutto e mi par di vedere il tuo caos felice!Sei proprio una brava nonna!
      Un abbraccio

      Elimina
  3. Ciao Lorena e piacere di conoscere te e il tuo stupendo e creativo blog :-) Grazie di cuore x essere passata a trovarmi, torna presto sarai sempre una gradita ospite ^_^
    Felice domenica <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie anche a te mia cara amica!
      Un abbraccio

      Elimina
  4. Il bello delle ghirlande è che si prestano a contenere molte cose...la tua è molto originale. ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione,ad è per questo che le adoro!
      Un abbraccio

      Elimina
  5. Your garland is so beautiful. What a transformation.
    Very lovely.
    Ciao, Anita.

    RispondiElimina