martedì 30 settembre 2014

Canto

TA PUM,TA PUM,TA PUM,


la mia prima parola:
in culla un 78 giri
con i canti della Grande Guerra 
come ninna nanna...

Ancora adesso è brivido.

Nonostante le apparenze,
è iniziata bene,
la mia avventura nella musica.
Io canto.
Mi piace.


 La mamma spolverava canticchiando melodie antiche,
il papà si commuoveva
intonando di una certa strada...
(Per dove?)


Poi si è cantato sul ballatoio
della chiesa in un coretto di voci bianche.

Non proprio questo in realtà...Qui Tours

Si è cantato alle Elementari 
"Viva la gente."
(Chi si ricorda?)

Si è cantato 
"Generale"
alle superiori,
immaginando il  futuro.

Si è cantato al proprio matrimonio
insieme al coro,
insieme per la vita.

Si è cantato ai figli:
melodie ripetitive,sottili,
capaci d'addormentare il consorte in un attimo!


Si è cantato con gli scolari,
in auto,
passeggiando per le vie,
lavorando in giardino,
il lunedì mattina
che sempre torna.


Finalmente,
quando il tempo è tornato ad essere per me,
(o quasi)
si è imparato,
a cantare,
(si spera).


Un coro prodigioso,
un direttore impeccabile:
la scoperta di armonie,dissonanze,
virtuosismi e ahimè
stonature...


Ed eccoci pronti per il concerto.
Mozart: Signori!

Ancora una volta
è brivido.


 Però ora so dove va la strada:
m' andrebbe di seguirla.


Grazie mamma e papà.




Nessun commento:

Posta un commento