mercoledì 28 dicembre 2016

Camminando



Dopo tante corse,
finalmente
ho potuto rallentare il passo,
stare in quiete
nella mia casa,
abbracciare 
chi mi è mancato da troppo tempo,
alzare lo sguardo
per rallegrarmi
delle piccole,
semplici cose
che ci circondano.


E così una camminata
nel cuore del giorno,
sotto un tepore
quasi primaverile
diventa una gioia 
da assaporare in silenzio.


Da sola
posso canticchiare,
fermarmi o accelerare,
ascoltare il vento tra i rami spogli,
il cielo terso su di me.


Posso pensare
e ringraziare.


Sorrido alla vista
di un presepe
in una chiesa antichissima
e vuota,
ricomincio a progettare
ed alcune idee m'attraversano
proprio quando mi infilo in vicoli,
in scalinate
consumate dal tempo,
dai passi altrui.


Poi torno 
in una casa illuminata a festa,
tra i tanti affetti
che mi circondano.


Che bello scaldarsi le mani
 accanto al fuoco del caminetto
e poi impastare
una torta zebrata
seguendo le ricette di Irene.


Ancora meglio
se puoi farlo
vicino a Lorenzo
che,
come quando era piccino,
si impossessa della ciotola
e gusta l'impasto
ancora crudo.


Piccole
o nuove consuetudini
che ci fanno sentire famiglia.


Come la sera della  vigilia 
trascorsa
al Pronto Soccorso
per un sospetto trauma cranico
del ragazzo americano
che s'è scordato come si scia,
(niente di grave...);
oppure la febbre alta di Tommaso
proprio nel giorno di Natale,
mandando in apprensione gli invitati
al mio pranzo...
"Influenza,no grazie!".


O magari,
alzarsi presto
e vedere i  regali sotto l'albero,
alcuni dei quali sono arrivati da molto lontano,
pensati,scelti,infiocchettati
da chi ormai fa parte di noi.


Mentre si cammina,
quante cose si capiscono!


Lo devo rifare.



14 commenti:

  1. Bellissimo reportage, Lorenza.
    Famiglia... famiglia è dove c'è il cuore. Bacio!

    RispondiElimina
  2. Poesia , te l'ho detto gia' :) poesia !

    RispondiElimina
  3. Excursus fantastico. Pensieri nei quali mi sono ritrovata. Grazie infinite per la condivisione. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie anche a te per le belle parole!Un abbraccio

      Elimina
  4. Grazie della condivisione dei tuoi pensieri e delle immagini... così veri e vissuti.
    Buon Anno Lorenza
    Gio

    RispondiElimina
  5. le mie giornate sono state bellissime e piene. il 22 è arrivata, a sorpresa, Giulia dal Friuli, con i miei due meravigliosi nipotini!
    natale tutti assieme! Figli, nonni, nipotini, cani.....
    ora sono ripartiti ed in casa c'è grande silenzio, ma il cuore è ancora caldo. Ieri sera riponevo i giocattoli e, facendolo, li accarezzavo, come accarezzare le gotine dei miei cuccioli!
    a te, a tutti voi, un anno nuovo pieno di serenità, di calma, di cuori al caldo, di affetti condivisi.
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice per te e immagino la tua gioia!
      Un abbraccio

      Elimina
  6. ciao ho letto che mi hai mandato la tua mail, ma a me non è ancora arrivato niente....
    inviamela a questo indirizzo grazie
    andreina58@hotmail.it

    RispondiElimina
  7. Hai ragione ciò che piace va ripetuto,ripetuto e ancora una volta ripetuto chi ha detto che le cose belle per acquistare valore non vanno ripetute? Beh è uno sciocco.augurissimi a tutti voi.valentina

    RispondiElimina