giovedì 6 agosto 2015

Estate

Il caldo sbianca l'orizzonte,
ci fa restare tra le mura.


Dopo tanto,
provo ad appendere
qualcosa di rosa
nelle ombre della sera.


Per una piccola ,
dal nome che sa di fresco,
(non so perché...)
prendo in prestito 
l' idea di Maddalena.
Nasce veloce un granny,
nelle sfumature adatte alla sua culla.


Naturalmente
devono esserci
i miei bottoni,
in fila,
diversi,
leggermente scoloriti


e le nappine
stirate per i capelli lucidi(qui)
come signorine da portare al primo ballo.


Per Lara
trova posto
anche
 una farfalla,
appena posata,
come i suoi giorni tra di noi.


In cerca d'altro,
mi imbatto 
nella sponda oltre l'incrocio:
assetata e rigogliosa.


A giugno
pare un'onda azzurra
per chi distratto
volge lo sguardo.


Oggi 
le ortensie
attendono d'essiccare
(grazie Simonetta)
e poi...


Nell'aria ferma della cucina
mi accomodo
accanto al rotolo
pronto sul tavolo,
e indugio.


 Sta arrivando.
Quasi un anno.

"E allora impara a vivere. 
Tagliati una bella porzione di torta con le posate d’argento.
 Impara come fanno le foglie a crescere sugli alberi. 
Apri gli occhi...
Lascia che la vita accada."
Sylvia Plath, Diari


2 commenti:

  1. Amei conhecer o seu blog, já fiquei por aqui!!!Achei maravilhoso!!!
    Visite-me:http://algodaotaodoce.blogspot.com.br/
    Siga-me e pegue o meu selinho!!!

    Obrigada.

    Beijos Marie.

    RispondiElimina
  2. è vero.....la vita accade...
    Stanotte, con cesareo d'urgenza ed a tre settimane dal termine . è nato il mio secondo nipotino!
    Felicità, agitazione, ansia......sono sveglia da quando, 0,55?, ho ricevuto la telefonata e LUI era nato da un'ora.
    Domattina parto e vado dalla mia bimba, che ha bisogno di me, è molto provata , ha perso molto sangue; vado da Unai , che aspetta la sua nonna e che non vedo l'ora di stringere forte. Vado a conoscere questo cucciolo, che di nuovo mi ha regalato questa gioia ingovernabile.
    Dopo Unai, dal nome basco, la creatura ha un nome greco: si chiama Aima. Ho riesumato il vocabolario di greco del liceo: Aima significa sangue, poi il significa si è esteso, fino a significare " forza vitale".
    Non so quando riuscirò a mettermi ad un PC, comunque saprai le ragioni!
    Un abbraccio grande
    Emanuela

    RispondiElimina