martedì 23 giugno 2015

Torino:Francesco

Il mattino comincia presto.


Sarà un giorno lungo
e le emozioni si poseranno su di noi,
rendendolo speciale,
da ricordare:
anche io c'ero.


La città è strana
e bellissima.


Vuota d'auto
e colma di gente.


Un'umanità diffusa
tra vie lastricate
e palazzi imponenti.


Torino silenziosa,
invasa da passi e voci allegre.
Ogni angolo,
anche un balcone lassù in alto,
in fila con gli altri,
adornato di verde fiorito,
pare partecipare alla nostra gaiezza.


Monumenti del passato,
mai visti con gli occhi di oggi,
hanno storie.


I mattoni sovrapposti
in geometrici ritmi,
i legni scuri,
i cancelli spessi
consumati da arie
e vicende dimenticate,
nella loro apparente immobilità
raccontano
di chi c'era prima di noi,
della forza di andare avanti,
sempre e comunque.


Alzare lo sguardo
per un attimo
e la sua guglia tocca il cielo;


guardare diritto
per la via 
e la piazza ci attende.


Stanno convergendo 
in un punto
e sul palco
anche Benedetta 
si gusta il suo momento,


tra canti,
colori,
battimani,
cori,
bandiere.


Per ore in piedi,
al sole
del primo giorno d'estate,
incuranti della fatica,
cerchiamo il suo sguardo
ed accogliamo le parole di Francesco,
per dare un senso a questo giorno lungo.


Oltre a tutto il resto
portiamo a casa,
a notte fonda,
nella quiete della lucciole,
il respiro alto
che abbiamo fatto insieme,
noi e la città.


"Vivere e non vivacchiare..."


Grazie
Papa Francesco



8 commenti:

  1. io credo che nulla, in questo mondo ed in questa vita, avvenga mai a caso.
    E Papa Francesco è arrivato perchè c'era bisogno di lui, perchè tutti, credenti ,non credenti, disillusi, tristi, in un mondo difficile, in un momento difficile, avevamo ed abbiamo bisogno di lui.
    Tieniti nel cuore, stretto , il tuo " Io c'ero" e grazie, mille volte grazie, per averlo condiviso con noi.Io te ne sono davvero grata.
    Un abbraccio
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le belle parole...al solito hai capito il senso...
      Un abbraccio

      Elimina
  2. Grazie Lorenza, io non c'ero...ma era come se fossi con voi!
    Mio figlio, mia nuora , le mie 3 nipoti con i loro ragazzi, abitano a Torino ed erano tutti li...con la loro grande fede e gioia, hanno pubblicato come te tante bellissime foto .Ho seguito tutto lacerimonia alla televisione e sapere che fra quelle manialzate, fra quelle voci festanti c'era anche la mia famiglia torinese....mi ha fattosentire ancora di più la bellezza di questa visita.Io come tantissimi adoro Francesco, Dio sapeva che era l'uomo giusto che attendevamo...
    Nuovamente grazie per queste bellissime immagini
    un caro abbraccio Pat❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero anche tu c'eri,attraverso gli occhi e il cuore di chi ti vuole bene...la tua famiglia e anche un po' noi che sappiamo quanto sei grande...
      un abbraccio

      Elimina
  3. Che bella giornata avete trascorso, con la gioia che trasmette la visita di questo Papa. Bellissime foto e bellissimo post.
    Un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara,ho ancora un po' di respiro alto da allora...
      Un abbraccio

      Elimina
  4. Anche io c'ero col mio Pass in un settore assegnato abbastanza lontano ma sotto quello stesso cielo a condividere momenti luce parole lacrime di infinita commozione braccia aperte ed alte verso uno sguardo tanto profondo da squarciare un'anima..... ed era bello saperti sotto il mio stesso azzurro. .. piu avanti o nn importa dove . Anche io c'ero e tu luigi Ivo eravate con me....? Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapevo che eri lì con tutte le tue bellezze...immaginavo il tuo stupore,come la tua stanchezza...questo ha reso la giornata indimenticabile...
      Un bacio

      Elimina