giovedì 21 maggio 2015

Le rose antiche


Morbide,profumate,
diverse tra loro,
con una storia dentro i boccioli.


A volte una fioritura unica,
da ricordare nell'anno,
altre un continuo di corolle
fino ai tempi freddi.


Spesso flessuose ad accarezzare 
la terra,
ma anche slanciate verso l'alto
a conquistarsi spazio e aria.


Colori vellutati che mutano nei giorni,
tinte cangianti
attraversate da api golose.


Scoperte anni fa
grazie ad un'amica
e al suo piccolo vivaio.
Subito amate.


Le rose antiche.


Con i loro nomi
musicali e misteriosi,
creazioni fortuite e formidabili,
incroci pensati
da 
donne e uomini
che tra le rose han trascorso la vita.
Genialità e buone sorte
fiorita nel mio giardino.


La prima,
la Ballerina,
un cespuglio di piccoli fiori 
e mille bacche,
ottime nelle ghirlande d'autunno,
in movimento
davanti agli occhi:
inimitabile,
1937.


E vicino
Yolande d' Aragon:
spinosa,fragrante,
con una fioritura eccezionale
e qualche altra corolla scampata al caldo,
slanciata nel suo arbusto imponente.
Yolande,contessa di Provenza,
saggia e bella,
1843.


Poco più in là,
la Reve d'Or,
 sfumature preziose,
fragili e copiose
in un giallo che trascolora sotto i raggi,
un po' spettinata
che s'arrampica verso il cielo.
Vigorosa,
1869.


Tre le tante
ancora ad occhieggiare 
in questo giorno grigio,
Lavender Dream,
esplosione allo stato puro
di rosa e lilla,
nome soave
ed ultimo sguardo 
prima di rientrare.
Vampate di colore,
1984.


Ricordarle,
ora può bastare,
 se posso portarle con me,
colorando
il regalo americano 
di Lollo.


Manca poco...
tempo di abbracci
e di compleanni.



6 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie,le tue parole mi danno sempre una grande gioia...le aspetto!
      Un abbraccio

      Elimina
  2. dovrei proprio farti conoscere la mia mitica zia pia, il miglior pollice verde che conosco! Ha una tale fioritura di rose che, molte volte, si fermano persone pensando che sia un roseto pubblico e chiedendo se si può visitare!
    Che belli i tuoi fiori...le mie povere piante, sul balcone, stanno subendo i contraccolpi di questo clima così mutevole e pazzo!
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei veramente gentile e preziosa,come le tue piante un po' affrante!Goditi la tua bellezza che è tanta!
      Un abbraccioi

      Elimina
  3. Una descrizione incantevole,come le tue bellissime rose!
    Il tuo giardino ,cara Lorenza è un piccolo pezzo di paradiso sulla terra. Complimenti!
    Buona giornata da Luci@

    RispondiElimina
  4. Ciao cara,anche le tue parole non scherzano,mi fanno stare in aria per un po'!Grazie!
    Un abbraccio

    RispondiElimina