giovedì 14 agosto 2014

Lasciar andare

Anni fa ebbi la pensata di far portare a casa per Natale ai miei alunni un dono vivente :un vasetto con dei narcisi fioriti.
-Si "forzano".
Dissi saputa in classe e dopo uno stazionamento nel mio frigo,furono piantati con dovizia dai ragazzi e posti sui davanzali .
Loro però,i bulbi,non ne vollero sapere e così misero foglie belle,lunghe,verdi e nulla più.
Cominciai a dubitare delle mie doti di giardiniere e siccome ancora non conoscevo Simonetta m'inventai mille spiegazioni senza capire dove avessi sbagliato.
Così passarono i mesi e finalmente i narcisi "ribelli" fiorirono e furono portati a casa per Pasqua.
Proprio quando i loro "fratelli",quelli piantati fuori,dormienti sotto la neve dell'inverno,avevano deciso di colorare le nostre aiuole.
Una mia allieva,ancora con il vasetto profumato in mano,sull'uscio della classe mi disse sorridendo:
-Sai maestra,forse dovevi solo lasciarli andare,loro erano fatti per fiorire oggi...
Lasciar andare...

Potenza della natura che è maestra di tutti noi.

Potenza dei bambini che sanno vedere dove noi non vogliamo guardare.

Potenza dell'amore che ti fa lasciar andare il tocco e ti fa aspettare i suoi primi passi attraverso la stanza.


Lasciar andare...Difficilissimo .

Lasciar andare l'abbraccio più lungo della mia vita...
L'ultimo di dieci mesi.

Lasciar andare.


Buona America Lo

La mamma


5 commenti:

  1. cara mamma,
    lasciare andare è così difficile... ma il tuo Lorenzo è solo in viaggio, studio, tornerà! Io anche avevo la speranza che il mio Giovanni potesse leggermi durante le lunghe traversate (naviga), ma niente nessuna considerazione, ovviamente siamo sempre troppo chiocce e a volte sognatrici!
    I narcisi sono fioritiquando il giusto tempo biologico li ha chiamati all'appello, come ormai sono sbocciati i nostri figli!
    un abbraccio grande
    simonetta

    RispondiElimina
  2. ed ora come faccio a commentare con questi lucciconi negli occhi che non mi fanno più vedere le lettere sulla tastiera? .-)
    Non so come hai fatto a lasciarlo andare, a trovare la forza per intravvedere, sotto le piume arruffate che ancora le ricoprono, le sue grandi, forti ed imponenti ali ...
    Gli occhi delle mamme lo sanno fare e tu sei una mamma speciale!
    Criss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara,l'ho dovuto fare e ancora adesso ricordo la stretta che gli ho dato...Non credevo fosse così difficile.Anche con le ali,sta volando lontano dai miei occhi...e in cieli diversi.Speriamo siano i migliori che mai ha visto.
      Un bacio amica speciale

      Elimina
  3. So che un giorno lo farò anche io...
    Ma credo che quel giorno avrò voglia di rileggere questo post.
    Buon viaggio a chi parte e a chi resta!

    Diana

    RispondiElimina