venerdì 20 novembre 2015

Lei

Quel giorno
non dissi una parola.


Forse perché ero spaventata,
magari un po' troppo stanca,
probabilmente sopraffatta
ed inesorabilmente
innamorata.


All'istante.

Appena ti vidi,
in un mattino di novembre,
freddo come oggi,
con la nebbia a coprire gli alberi.

Non ricordo altro.


Che  i tuoi occhi
scuri e grandi
in cerca d'un appiglio,
un sostegno 
per il respiro del primo giorno.


Poi il tuo profumo,
sconosciuto e lontano
che ancora oggi 
mi par di ricordare
tra i tanti venuti dopo.


Ancora silenzio
ad esplorare i dettagli delle mani,
il mignolo dei piedi,
la smorfia sulla guancia,
il pianto sommesso,
i pugni chiusi ad affrontare la vita.

Tutta a venire.

Fino a sera ho imbevuto
ogni mio pensiero nel tuo viso,
nel piccolo corpo vestito di rosa,
aggiungendo
 emozione ad emozione,
tra il riso e il pianto
senza soluzione di continuità.


Tenendo le parole per me.

Solo a sera,
nel silenzio
dell'ospedale buio
ed ormai quieto
potevo aprire la bocca 
e sussurrare.

Ed inaspettatamente
sono tornata indietro,
al tempo delle nonne,
delle bisnonne,
nel mondo antico
che mi ha preceduto.


Unita a loro,
ti ho cullata
con Ave Maria
e Pater Noster.
Abbracciando una corona di perle nere,
ho immaginato il tuo futuro,
ripetendo come un mantra
la nostra prima preghiera insieme.

Una notte fuori dal tempo.


Solo mia,
solo tua.

Credo un bell'inizio.

Auguri Maria Sole


My life changed
after that you and I are folling in love.
I'll never forget our
first meeting.
Happy Birthday




11 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie,ho scritto pensando anche a te!

      Elimina
    2. grazie mamma Lorenza,del tuo amore senza confini

      Elimina
  2. Hai usato delle parole meravigliose e descritto il primo momento di mamma e figlia in modo così delicato è vero. La vita che toglie il respiro, nella quale ogni emozione si perde, si fonde, e il silenzio...l'unica parola che rimane. L'amore per un figlio è una cosa unica. Auguri alla tua "piccola". Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!Hai ragione,ero senza respiro!

      Elimina
  3. Grande Lorenza , ci siamo tutte noi mamme nel tuo pensiero, momenti vissuti come te con tanta tenerezza, sbigottimento gioia e paura di non saper ricoprire bene questo importantissimo ruolo !!
    Amore immenso ...spiegato benissimo da mamma innamorata !!
    un abbraccio e tantissimi auguri alla tua bella Maria Sole
    Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attendo sempre con gioia i tuoi commenti!Hai una grande sensibilità!
      Un abbraccio

      Elimina
  4. Meraviglioso il tuo scrivere!
    Un abbraccio e buona domenica da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' facile scrivere quando pensi a questi momenti!!!
      Grazie

      Elimina
  5. momenti indimenticati ed indimenticabili.
    il primo sguardo. la prima carezza. l'amore travolgente e totalizzante che toglie il respiro.
    ogni tanto ci penso.....ma come facevo a vivere senza i miei figli, quando ancora non c'erano?
    un abbraccio
    Emanuela

    RispondiElimina
  6. E' vero!Anche io ci penso!
    Grazie!

    RispondiElimina