domenica 23 ottobre 2016

Giorni imperfetti


Certi giorni
li pensi diversi.
Incominciano bene,
lentamente,
con molto tempo davanti 
per dipanare le faccende:
di solito le tue preferite.

Credits

Quindi
cominci a progettare,
impastare
ed osservare
la pioggia leggera
tra le foglie di acero.


Ti vengono un sacco di idee
e, tra te e te,
pensi
che forse è venuto il momento
di realizzarle.


 Nel forno cuoci una torta di mele
dal profumo intensissimo
ed in quest'aria
metti in ordine
le tue zucche:
alcune vere di orto,
altre inventate
lì per lì
seguendo consigli
e rotoli tondi.


Disponi
di tempo,
forse quasi per tutto.


Mentre poi i tuoi occhi
trovano gioia dietro uno schermo,
d'un colpo
altro ti chiama.

Credits

In realtà non è poi un fatto grave,
comunque entrare in un Pronto Soccorso,
quasi dantesco per mole di persone
e vociare di malati,
cambia le tue prospettive lente.

Credits

La mamma sta male,
la tua,
fragile,
piccola,
che ,
a guardarla bene,
sembra invecchiata
tutta d'un colpo.

Credits

Lei così efficiente,
chiacchierona
ed allegra
(da qualcuno avrò pur preso....).

Credits

Dopo ore,
te ne torni a casa
senza molte risposte,
forse nessuna,
perché i dottori
neanche l'han vista,
nella marea di malati gravi,
ben più gravi di lei.

Credits

Sembra stia meglio,
forse il confronto le ha giovato
e di sicuro
domani si farà curare
dal suo medico.

Ed è così che
il giorno è trascorso.

Non mi resta che la notte,
un ciao,o meglio Hello
a Lorenzo americano,
un bacio virtuale al piccolino 
che forse già fa la nanna,
uno sguardo ai lavori 
che ho stabilito
per le ore di domani,
a scuola,
a casa.

Credits

Per il giorno lento,
si dovrà aspettare.

In realtà,
importante
essere tornati,
insieme,
anche con mamma.

Credits

Per i sogni,
le foglie,
le zucche
ci sarà tempo...

Grazie
Thanks











16 commenti:

  1. Spero ora vada meglio tua mamma.
    Purtroppo sono cose che capitano.
    Le zucche, come dici tu, possono aspettare.
    Ciao

    RispondiElimina
  2. Ci sono questi periodi in cui devi lasciare in sospeso le cose e i ritmi che ti danno la serenità necessaria a procedere nel cammino. Il mio dura da almeno un paio d'anni, mi ribello, ma c'è ben poco da fare, se non ritirarsi nel silenzio e lasciare che scorra e trascorra. Auguri per la tua mamma e per tutto. belle comunque le zucche, starti accanto deve essere un gran piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie,che belle parole!Comunque oggi va meglio!

      Elimina
  3. Ciao stella, mi auguro che per la mamma si sia trattato soltanto di un problema lieve.
    Ti faccio tantissimi auguri che guarisca presto e che le cose si risolvano bene
    Ciao

    RispondiElimina
  4. Buongiorno cara ,mi dispiace er la tua mamma ,ma leggo che va un pò meglio ,un abbraccio a te e alla tua bella famiglia .Ho iniziato a seguire il blog di tua figlia ,bellissimo e pieno di ricette gustose

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mia cara,tutto bene con la mamma e mia figlia è un portento con le sue gustose ricette...

      Elimina
  5. Ciao Lorenza cara! Ti auguro un giorno in cui pensiero e vissuto coincidano! Ti abbraccio

    RispondiElimina
  6. ciao Lorenza, mi auguro che la tua mamma stia meglio!!!! come sempre le tue parole arrivano sempre dritte al cuore!!!!! un abbraccio immenso Lory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie,la mamma sta meglio e per fortuna ho di fronte un po' di vacanza...

      Elimina
  7. Cara Lorenza, come sempre mi lascio trasportare dalle emozioni che trasmetti con i tuoi post..grazie <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie,a volte però mi faccio troppo trasportare dalle emozioni...uffa!!!

      Elimina
  8. Ciao Lorenza, tutto bene? Tutto sistemato con mamma?
    Un abbraccio

    RispondiElimina