lunedì 31 ottobre 2016

Bye bye ottobre


D'un tratto ottobre è finito.


Come se avesse voglia di correre,
di farsi dimenticare,
è arrivato anche l'ultimo.


Giorni di sole,
questi,
di ore cambiate che avvicinano la notte,
di foglie,
di colori che mai
ho visto posarsi con tale
intensità
sulle colline.


Cesti di melograni
da raccogliere
per la prima volta
nel mio giardino-giungla


e mazzi,
di foglie da osservare
con calma,


da ingrandire sotto il vetro,
da portare in classe
per meravigliare
anche gli occhi più piccini.


"Ogni evidenza nasconde una meraviglia",
così  ha scritto
un'amica.


Riflettendo,
tra me e me,
ho composto
un grande cuore
per i miei nonni:
il tesoro nascosto 
della mia infanzia e giovinezza.


Niente d'artificiale,
su una base di midollino
ho posato le rose della festa d'estate,
le ortensie essiccate allora
all'ombra del gran caldo
e due piccoli cuori di legno,
abbracciati,
come li immagino ora,
al di là dei mesi che vanno e vengono.


Nel mistero 
di questi giorni
che corrono veloci,
portando tristezze
e luci,
provo a ricordare
le loro parole,
gli insegnamenti,
gli aneddoti,
le risate lunghe 
e la magia dell'essere nonni,
con me.


Per non dimenticare,
porto a casa
pezzi d'autunno,
li appendo in aria,
li condivido
con i piccoli
che ora mi circondano.


Bye,bye...


mi va d'accendere nuove luci,


di cercare qualche ricetta per i melograni
inaspettati,
di abbracciare,
chi,
 di questo ottobre,
non ne vuole più sapere.


"L’uomo deve prendere coscienza che Dio lo osserva a ogni istante dal cielo e che, dovunque egli si trovi, le sue azioni non sfuggono mai allo sguardo divino e sono di continuo riferite dagli angeli."
San Benedetto






4 commenti:

  1. Bellissimo post, Lorenza! E bellissimo il tuo cuore. ♥

    RispondiElimina
  2. Nel cuore c'è posto per tutto.... gioie, dolori, amori,ricordi, speranze e attese....Il tuo è semplicemente meraviglioso. Immagini e parole dolcissime.
    A presto
    Gio

    RispondiElimina
  3. Le tue parole mi colpiscono sempre, oggi ancora di più. In questo mio alternarsi di emozioni, voglia di serenità, angoscia e dolore sordo per la mia terra, le mie meravigliose marche, preoccupazione per mamma, desiderio di pace.,
    Mi godo le tue parole che mi trasmettono calma, mi godo le tue fotografie e la loro magia...
    Emanuela

    RispondiElimina