sabato 24 giugno 2017

Runner Table


 Cambiando il tavolo,
ho dovuto pensare un altro modo di apparecchiarlo.

Credits
Le solite tovaglie non andavano più bene:
troppo piccole 
e non adatte all'irregolarità dei bordi 
del mio "albero in casa".

Credits
Poi la bellezza del legno e il suo profumo 
sconsigliavano una copertura totale del piano d'appoggio.

Credits
 Dopo una ricerca accurata sul web 
ed anche  cosa custodivano i miei armadi,
ho realizzato che per rendere accogliente,
elegante,semplice 
e pratico il mio cedro del libano 
avrei dovuto usare dei Runner,

Credits
delle fasce in tessuto di cotone, lino o seta,
od anche lavorate all'uncinetto,
 poste sul tavolo centralmente 
e nel senso della sua lunghezza,
 oppure nella direzione opposta,
 magari in coppia con un altro runner identico.

Credits
L'idea mi ha immediatamente conquistata.

Credits
Non so se mi piacevano di più in coppia
 o centralmente 
e per un po' di tempo
 ho attinto alle riserve di biancheria in mio possesso.

Credits
Ho scoperto che erano eccellenti 
in ogni occasione e si adattavano completamente al mio tavolo,
anzi lo valorizzavano.

In un attimo erano lavati e pronti ad un nuovo utilizzo:
sia quando eravamo in tanti,
sia per le colazioni 
o lo spuntino che il ragazzo americano
 pratica molto spesso.


Poi,ad un mercatino,ho visto una tela di canapa,
grezza quanto basta,
dal colore neutro e caldo 
e ho pensato che potesse essere perfetta,
messa centralmente ,cascante ai lati 
con un semplice bordo all'uncinetto.


Capace anche di rendere più bello un centrotavola
 e quindi lasciata tutto il giorno a fare mostra di sé.

L'idea mi ha entusiasmata e,
nonostante il caldo opprimente,
mi sono messa subito all'opera.


Non necessitava di cuciture laterali (e meno male...)
 ed allora ho rifinito il bordo che si sarebbe sfilacciato 
con un punto catenella per niente preciso 
e di certo da non far vedere,
residuo di un imparaticcio della scuola media:
necessario però per lavorare con l'uncinetto ed ancorare il mio bordo al tessuto,
direttamente maglia bassa sui punti di ricamo.


Dopo aver lavorato due giri di maglia bassa,
ho fatto un altro giro di tre catenelle 
e una maglia bassa creando degli archetti.


In seguito, ho praticamente realizzato dei ventagli
 lavorando nelle tre catenelle: 
una maglia bassa,una mezza maglia alta,
una maglia alta,tre catenelle,
ripetute poi al contrario 
fino a terminare con una maglia bassissima nella maglia bassa sottostante.


Un bordo all'uncinetto semplice e veloce che ho terminato in un pomeriggio 
e che la sera era già pronto per la cena.

Naturalmente chi è stato il primo a versarci sopra il vino?

Io

E Noah :"Nonna,non essere triste,non è grave!"





2 commenti:

  1. acqua ossigenata su macchie. più volte fino a scomparsa danno. sicuro ed efficace. provalo. Ciao :)

    RispondiElimina