venerdì 29 luglio 2016

Tempo "leggiero"


In musica,
si dice 
"leggiero"
(light,nimble)
per indicare
qualcosa di delicato,
agile,
senza peso.


In tal modo,
ho mollato la presa,
dimenticato i quaderni
del fare,
mi sono concessa
dei tempi
sommessi,
di quiete,
di ritorno
al giardino,
all'oggi
non programmo nulla.


Solo una settimana,
anche per abituarmi 
al silenzio di certe stanze vuote,
alle mancanze
che vedo,
che sento
circolando
in casa
al riparo dal caldo.


Così mi sono concessa
libri,
in parte ancora da leggere,
scelti
partendo dall'autore che conosco e rimpiango,
da poche parole spiate prima di cominciarlo,
dalle illustrazioni che lo ingentiliscono,
dal titolo che mi incuriosisce.


I pomeriggi sulla sedia a dondolo,
si arricchiscono
 di piccoli lavoretti,
non programmati,
lesti nell'esecuzione.



 Qualche ora 
e si possono appendere,
regalare
o portare in giro.


 Molto meglio
se si è al mare:
certi fiori
somigliano a stelle marine!


Dunque 
un porta vasi 
da lavorare  all'uncinetto con l'umile spago
ed in pochissimo tempo
è già è in bagno
con la sua piccola edera:


grazie al suo
dettagliato tutorial,
è impossibile sbagliare.
Donatella in giardino (e non solo)
è imbattibile,


E se  usassi la rafia?

La scelgo color del sole,
della quercifoglia con le sue bizzarre infiorescenze,
e giro dopo giro,
a mezze maglie alte
mi regalo una borsa che più estiva non si può.


Leggermente frusciante e ruvida
si riempirà di sabbia,
di piccoli oggetti,
di ricordi
che questo luglio travolgente
mi ha concesso.


Davanti al mare
avrò veramente modo
di capire il vero senso
di 
tempo "leggiero".

Eventualmente anche
di tempo
"rubato"
(with some freedom of time).

Mi piace la musica.




2 commenti:

  1. Adoro il portavaso pensile!!!! Fantastico! !!!!
    Cryss

    RispondiElimina
  2. Lorenza : la tua poesia quotidiana mi rallegra molto ;)

    RispondiElimina