domenica 5 luglio 2015

La quiete dopo

Se si va tra le foglie
dopo la tempesta della notte,


si trova il silenzio,
le gocce sospese tra il verde,


i colori esagerati,
saturi di sole,
in attesa di un nuovo giorno:
madidi di pioggia
e felici.


Lì,
la siepe di ibischi,
allegra e sfacciata,
magari troppo cresciuta
ed un po' indisciplinata.


Accanto il sapore amaro
dei fiori dell'oleandro,
ancora una volta
più forte dei nostri freddi:
quasi un bouquet
per i riposi serali.


Sparsa in basso,
in cespugli ritti,
l'aromatica lavanda
con le spighe leggere
nell'aria fresca di 
questo mattino.


Laggiù, la solita buddleja,
vestita di farfalle bianche
che anche oggi
non riesco 
a catturare 
e far vedere.


Proprio come loro,


come le ortensie,


le rose 
e gli altri,
dopo il tanto,
la pienezza,
lo "storm",


io
 adoro questa immobilità felice.

Tengo dentro
tutto il resto
e aspiro la quiete.


Ne avevo bisogno.



 LA QUIETE DOPO LA TEMPESTA

Passata è la tempesta:
Odo augelli far festa, e la gallina,
Tornata in su la via,
Che ripete il suo verso. Ecco il sereno
Rompe là da ponente, alla montagna;
Sgombrasi la campagna,
E chiaro nella valle il fiume appare.
Ogni cor si rallegra, in ogni lato
Risorge il romorio
Torna il lavoro usato.
L'artigiano a mirar l'umido cielo,
Con l'opra in man, cantando,
Fassi in su l'uscio; a prova
Vien fuor la femminetta a còr dell'acqua
Della novella piova;
E l'erbaiuol rinnova
Di sentiero in sentiero
Il grido giornaliero.
Ecco il Sol che ritorna, ecco sorride
Per li poggi e le ville. Apre i balconi,
Apre terrazzi e logge la famiglia:
E, dalla via corrente, odi lontano
Tintinnio di sonagli; il carro stride
Del passegger che il suo cammin ripiglia.
Si rallegra ogni core...
Giacomo Leopardi




6 commenti:

  1. cerco refrigerio nelle tue fotografie...qua è stata una nottata terrificante, trascorsa, Tommaso ed io, a girare per casa , scambiandosi i letti ogni tanto (...per fortuna la camera delle ragazze è vuota, c'è così un mega-letto in più!) e questa mattina sembriamo due zombie!
    Però il caldo mi piace, mi piace l'idea che sia luglio, mi piace guardare il mare dalla finestra, mi piace che le mie piante grasse siano tutte in fiore....è caldo? Una doccia fredda e via!
    un abbraccio Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come al solito sei tu un refrigerio per questi giorni caldi...
      Grazie
      Un bacio

      Elimina
  2. un balsamo per l'anima! ti abbraccio e ti ringrazio Lory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie!!!Una belle persona...ecco cosa sei!
      Un abbraccio

      Elimina
  3. Una qiete ricercata e meritata
    E che meraviglia i tuoi fiori... riescono a rilassarmi già solo in foto. Figuriamoci vederli ondeggiare con le farfalle che svolazzano intorno e poterne sentire il profumo. A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!!!Abbiamo bisogno di vento che li faccia ondeggiare...
      Ciao

      Elimina